[Amo et odio]
Per fare conoscere un po’ quella che sono vorrei elencare ciò che adoro e ciò che invece non mi piace. Inizio con quelle che adoro:
il sole, il cioccolato, il mac, la mini (la macchina!), l’arte in tutte le sue forme, la pizza, l’ironia, disegnare, i colori, le chiacchiere fino all’alba, le colline, il fuoco del camino, la fotografia, annusare l’aria, il Giappone anche se non ci sono mai stata, le metropoli, il design e le belle cose, gli animali, cucinare veg, i fiori, il profumo del mare, della pioggia e dell’erba, le conchiglie piccole, il rumore delle onde, il silenzio ma anche la musica, la riservatezza, il caffè americano ma anche l’espresso.
e poi le cose che odio:
il fumo, il freddo, la noia, l’ipocrisia, il calcio, le zanzare, l’aggressività e il fanatismo, i pettegolezzi, i tacchi, la maleducazione, le polemiche, il mal di testa, la carne e i latticini.

Antipodi

Il progetto Antipodi mostra apparenti fragilità e rassicuranti punti di forza, raggiungere l’equilibrio fra i due concetti e sempre un’impresa.

Thanks to Unsplash photographers: Victor Grabarczyk, David Clode, Austin Santaniello Bucholtz, Zoe Gayah Jonker, Michael Meyer, Sandy Millar, Oscar Nilsson, Dusan Smetana, Sam Carter, Mai Moeslund, Philip Brown, Sierra Narvaeth, Andres Gomez, Randall Ruiz, Zdenek Machacek, Dusan Smetana, Miguel Andrade, Salazar Burnz, Alfred Schrock, Lasovsky, Annie Spratt, Kali Neri BIuz, Yoann Siloine, Neven Krcmarek, Ugur Akdemir, Joah Brown, Heather Ford, Chang Qing, Raspopova Marina. [disclaimer]